Crypto Responsabile per RTX 3000 e RX 6000 Shortages? Nvidia e AMD rispondono

Le nuove GPU offrono prestazioni molto migliori rispetto alla generazione precedente, solo che purtroppo è difficile sperimentarle di persona. Sia il nuovo RTX 3000 che il Radeon RX 6000 sono difficili da trovare nei negozi. Come lo spiegano i loro produttori?

Le nuove schede grafiche della famiglia Ampere non sono ancora disponibili in molti negozi. La situazione è simile a quella della nuova Radeon RX 6000, anche se in precedenza AMD aveva assicurato che la situazione sarebbe migliorata con il rilascio di modelli personalizzati. La rapida scomparsa delle schede grafiche dai negozi è il risultato dell’alta popolarità delle crittografie? Alcune formano tali speculazioni, vedendo piattaforme minerarie mostruose come questa.

Se una piattaforma mineraria cripto-mineraria composta da 78 unità di RTX 3080 non è un caso isolato, e una tale portata spettacolare ha trovato un gruppo più grande di appassionati, potrebbe in effetti influenzare la disponibilità delle schede nei negozi. Tuttavia, durante la conferenza, un rappresentante di Nvidia ha dichiarato che non ci sono dati sulla domanda di nuove GPU tra i crittominatori. Inoltre, non vede un valore significativo in questo segmento di mercato, anche se trova „interessante“ il fatto stesso di utilizzare i dispositivi RTX per l’estrazione mineraria.

„Sì, (…) la crittovaluta è interessante. Quindi le GPU, come sapete, sono programmabili da molti, molti anni, e permettono di scoprire costantemente la capacità di nuove applicazioni di utilizzare le GPU nel loro complesso, e questo ha guidato la nostra crescita complessiva sul mercato. Il Cryptocurrency mining è una di queste applicazioni. (…) Non abbiamo visibilità su quanta parte della domanda finale di RTX Serie 30 proviene dall’estrazione mineraria. Quindi, non crediamo che sia una grande parte del nostro business oggi. La domanda di gioco è molto forte, e pensiamo che sia più grande della nostra offerta attuale“.

Un attimo dopo, però, viene fatta una dichiarazione piuttosto interessante:

„Quindi, in sintesi, se inizia una domanda cripta o se ne vediamo una quantità significativa, possiamo anche usare questa opportunità per riavviare la linea di prodotti CMP per affrontare la domanda mineraria in corso“.

Prodotti CMP in questo caso significa una linea speciale di schede grafiche progettate per gli appassionati di crittografia. Mancano di uscite video, che sono inutili per i minatori, rendendo i dispositivi più redditizi per loro. Ciò significa che i giocatori che preferiscono l’hardware Nvidia possono stare tranquilli che, in caso di ulteriore crescita dell’interesse dei minatori per i nuovi dispositivi, Nvidia dovrebbe avviare la produzione di chipset destinati a loro. Tuttavia, la scarsa disponibilità di schede Ampere potrebbe persistere fino al primo trimestre del 2021.

Lisa Su, CEO di AMD, ha anche commentato (fonte) i problemi di fornitura di Radeon:

„Ci impegniamo a mantenere i prezzi delle GPU il più possibile vicini ai prezzi al dettaglio da noi suggeriti, perché è l’unico modo per essere equi nei confronti degli utenti. Normalmente, quando abbiamo il lancio delle GPU, le nostre schede con il nostro marchio sono disponibili inizialmente, ma poi scompaiono per essere ritirate dai nostri partner. Questa volta non stiamo gradualmente eliminando la nostra serie RX 6000, il che ci permette di vendere direttamente ai clienti il meno possibile. Stiamo incoraggiando i partner a fare lo stesso“.

Inoltre, l’amministratore delegato di AMD spiega la difficile situazione relativa alla pandemia di Covid-19 e agli aumenti dei prezzi dei trasporti:

„Non solo le tariffe, ma l’ambiente COVID ha aumentato i costi di spedizione e di trasporto, che sono difficili da evitare. Man mano che entriamo in un ambiente più normale, la situazione dovrebbe migliorare“. Questo è importante anche per i nostri aggiornamenti grafici programmati per tutto il primo semestre dell’anno, dato che abbiamo molti prodotti in arrivo sul mercato“.

Si parla di tariffe nella prima frase. Si riferisce alle azioni dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump per quanto riguarda l’inclusione dell’elettronica importata dalla Cina nell’elenco dei prodotti soggetti a una tassa aggiuntiva. Si parla anche di notevoli aggiornamenti dell’offerta di schede grafiche previste per quest’anno e, implicitamente, dei relativi ritardi dovuti ai lavori su di esse. Tuttavia, non è difficile notare che la dichiarazione di Lisu Su manca di informazioni tangibili – non sappiamo ancora quando finiranno i problemi di disponibilità dei modelli di fascia alta di Radeon.

La situazione attuale può sembrare difficile per i giocatori che completano i loro rig. Le GPU di ultima generazione si esauriscono e i nuovi modelli scompaiono rapidamente dagli scaffali dei negozi. Fortunatamente, l’offerta di entrambi i produttori sarà presto integrata con nuovi modelli più economici – RTX 3060 nel caso di Nvidia e la nuova Radeon RX 6700. Questo darà ai giocatori più scelta, e se Nvidia mantiene la parola data, forse anche i minatori troveranno qualcosa per loro stessi.